Api e pesticidi

API E NEONICOTINOIDI: LA COMMISSIONE UE ANNUNCIA IL DIVIETO PER DUE ANNI

La Commissione Europea ha deciso lo scorso 29 aprile di vietare in Europa l’uso di tre insetticidi ritenuti responsabili del fenomeno della moria delle api. La decisione della Commissione è avvenuta dopo che il comitato di esperti designati da tutti i Paesi UE non è riuscito a raggiungere la maggioranza qualificata richiesta per prendere una decisione in merito: 15 Stati membri si sono espressi a favore delle restrizioni, 8 (compresa l’Italia) hanno votato contro e 4 si sono astenuti. Clothianidin, imidacloprid e thiametoxam, questi i tre principi attivi appartenenti alla classe dei neonicotinoidi, non potranno più essere utilizzati a partire da dicembre 2013, per almeno due anni, per la concia dei semi, per l’applicazione sul suolo e per il trattamento fogliare di piante e cereali che attirano le api.

Nel comunicato non sono specificate quali siano esattamente queste colture, né i limiti che saranno posti all’uso dei neonicotinoidi e che saranno previste eccezioni per le coltivazioni in serra e per quelle in campo aperto dopo fioritura e che quindi non attirano le api.

Tonio Borg, Commissario Salute e Consumatori, ha affermato: “Anche se la maggioranza degli Stati membri ora supporta la nostra proposta, non è stata però raggiunta la maggioranza qualificata necessaria. La decisione spetta ora alla Commissione. Dato che la nostra proposta si basa su una serie di rischi per la salute delle api individuati dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare, la Commissione andrà avanti con il suo testo nelle prossime settimane”. E ha concluso: Mi impegno a fare del mio meglio per garantire che le nostre api, le quali sono così vitali per il nostro ecosistema e apportano un fondamentale contributo all’agricoltura europea, siano protette”.

Fonte Commissione Europea (vai al comunicato)

 

I commenti sono chiusi.