Sindrome premestruale e agnocasto

Vitex_agnus-castusLa sindrome premestruale (PMS) è un disturbo comune nelle donne durante la loro vita riproduttiva. Fino al 20% delle donne si lamentano dei sintomi di questo disturbo e per il 3-8% risultano alterati i loro rapporti interpersonali o sul posto di lavoro. La PMS si presenta con una moltitudine di sintomi che si verificano durante la fase luteale del ciclo, di solito con i sintomi più severi durante i giorni prima delle mestruazioni. L’esatta eziologia di questo disturbo è ancora poco chiaro, anche se la ricerca suggerisce sia dovuto a un’alterazione dei livelli di neurormoni e neurotrasmettitori come serotonina e dopamina.

Preparazioni di agnocasto (Vitex agnus castus L.) hanno dimostrato di essere efficaci per il trattamento dei sintomi della sindrome premestruale, cicli mestruali irregolari e mastalgia ciclica. Tuttavia, non è ancora stata stabilita una relazione dose-effetto per il trattamento della sindrome premestruale. Uno studio condotto da ricercatori tedeschi ha indagato gli effetti clinici di tre diverse dosi di un estratto di agnocasto in confronto al placebo in pazienti che soffrono di sindrome premestruale. Lo studio multicentrico, in doppio cieco, a gruppi paralleli controllato con placebo ha coinvolto 162 pazienti di sesso femminile con PMS (18-45 anni), che sono state randomizzate con placebo o diverse dosi di estratto di agnocasto (8, 20 e 30 mg) rispetto a tre cicli mestruali. La gravità dei sintomi è stata valutata dalle pazienti utilizzando scale analogiche visive (VAS) per i sintomi irritabilità, alterazioni dell’umore, rabbia, mal di testa, gonfiore e pienezza del seno.

Ciascuno dei trattamenti è stato ben tollerato. Il miglioramento del punteggio dei sintomi totale nel gruppo 20 mg è risultata significativamente superiore rispetto al gruppo placebo e a quello trattato con 8 mg. La dose più elevata di 30 mg non ha diminuito significativamente la gravità dei sintomi rispetto al trattamento 20 mg, fornendo un razionale per l’utilizzo del dosaggio di 20 mg.

Vai a Pubmed

 

I commenti sono chiusi.